Song for Giulia

La sirena attende accovacciata sulla sabbia,
il collo è del leone e del cigno, scatta come ingranaggio
d'Africa diamantina, cela tesori;
mi ricordi, Giulia, la sagoma samoana, l'albero del pane, le gesta
di un dimenticato tratto marittimo
a sua volta tratto dal tratto di un Corto Maltese
della memoria libresca.

Giaci su questa terra, sprecata perla di bellezza
ignara delle sue magie.


19 Ottobre 2013 – 11.30

The End

4 comments about this work Feed