Del Mercato d'Avanguardia

In definitiva si tratta di questo: c'è stato un periodo - sostanzialmente dalla metà degli anni cinquanta fino a poco più che trent'anni dopo - in cui ciò che non nasceva necessariamente per il mercato aveva tuttavia un mercato. Credo che tutta la buona arte postmoderna sia stata prodotta esattamente in questo intervallo temporale. Pensiamoci un attimo. Cos'era la televisione italiana fino agli anni ottanta se non il convergere di tre grandi arti indiscutibili, cioè il cinema, la radio e il teatro, in un contenitore nuovo dalle sconosciute potenzialità espressive? I mezzi mediatici di massa hanno visto la decadenza dei loro contenuti per via di questa mancanza di ricambio, esattamente come accade per le comunità umane troppo chiuse. A un certo punto della storia la televisione è stata fatta non più da artisti, ma da manager della televisione stessa. Da consanguinei.

The End

0 comments about this work Feed