Frammento Onirico di Scienze Sociali

Un sogno

Prof. Albertin, buongiorno,
il mio nome è Regan, Ronald Regan,
saremo io e lei nella commissione Scienze Sociali,
le posso offrire un earl grey?

Entrammo nell'istituto una mattina scintillante,
col bianco del cemento che giocava con il verde fluo dei prati
e degli alberi transgenici (compresi il perchè del colore
dell'antiforfora Campus).

E in effetti il parallelepipedo sghembo da rivista d'architettura
era la perfetta comune istituzionalizzata:
ragazzi vitaminizzati ciondolano sui muri, educatissimi
al nostro passaggio, sorridenti a trentadue denti.

Pagine pastello di sussidiario alla voce "affido"
e poi mi sveglio.

The End

0 comments about this poem Feed