Diari Non Indiani

Un omaggio (ennesimo) alla beat generation.

Allen Ginsberg

scriveva il suo diario indiano, sì.

Ma dove lo scriveva? Dove e come?

Comodi tragitti e luminose permanenze:

tutta l'esistenza la puoi riassumere così;

in questo il suo significato.

Ricordi i libri dell'Arcana?

Ricordi come scriveva, rapidi guizzi pieni di stile:

notturni con insetti di plastica verde.

Non sono un poeta alto, no,

non lo sono: illuminami e basta

con la tua sonorità bianco vaniglia.

 

Da Phil,

oggi ricordando

08/08/2010

The End

0 comments about this poem Feed