A Tutti i Cittadini di Questo Mondo

Penso che questa poesia sia una banale esternazione con un background confuciano.

Nel minimo intorno
che puoi chiamare Fascino Della Vita,
se solo hai la forza di continuare
a scrivere - a respirare,
rilassati se puoi,
fermati e ascolta.

Se solo il tempo che ti separa
dalla Tua Vecchia Città che amasti
non è troppo da sembrarti un abisso,
lo stesso oblìo che cambia le cose e la gente,
la stessa sagoma che parla, invisibile, al tuo posto,
fermati e ascolta ancora.

Riconoscilo in te il filo di bava che ti muove.
Riconoscilo in te il marchio, francobollo sghembo
di quella cartolina spedita a tua insaputa
a tutti i cittadini di questo mondo.

The End

0 comments about this poem Feed